Dal Gargano a Santa Maria di Leuca - Palazzo De Noha

territorio

Dal Gargano a Santa Maria di Leuca

Dal Gargano a Santa Maria di Leuca – la sua punta più estrema – la Puglia promette al visitatore scenari differenti e atmosfere uniche, intensi contrasti di colori, sapori e dialetti che convivono in totale e perfetta armonia.

La nuda roccia del promontorio garganico, che affiora dall’acqua insieme ad antiche leggende – come quella di Cristalda e Pizzomunno – appare come un’altra dimensione rispetto ai bianchi borghi e ai rinomati trulli – buffe abitazioni con tetti conici – della Valle D’Itria, rivestita a sua volta di una vasta coltre di ulivi secolari. A fermare questa distesa verde, solo l’azzurro intenso del Mar Adriatico, il viola delle bougainvillea, le candide mura dei centri storici ripassate con la calce, il rosso rubino del vino Primitivo e il confine (solo immaginario) con un’altra terra nella terra, ancora più antica e inaspettata: il Salento.

È un territorio, questo, con un carattere forte e vibrante che va a ritmo con il tamburello dei musicisti di Pizzica e Taranta. È pieno di orgoglio e passione che è possibile ritrovare nella terra rossa, nel calore dell’ospitalità dei suoi abitanti, nelle variegate sfumature di arancio dei suoi tramonti.È pieno di storia, che si può toccare accarezzando la ruvida pietra di tufo dei suoi centri storici e delle masserie fortificate. È pieno di tradizione, che si può gustare insieme a una cucina fatta di ingredienti poveri, ma ricca di sapori e convivialità.